Dixon il dating

Cinque giorni dopo, realizzò una tripletta ai danni del Viking nella semifinale di andata della Coppa di Norvegia; nell'incontro di ritorno, andò nuovamente a segno e contribuì a consentire al Vålerenga di giocarsi il trofeo nella finale contro lo Strømsgodset.In questa partita, fu schierato titolare dall'allenatore Vidar Davidsen e fornì l'assist per la rete del vantaggio di Kaasa, dopo quattro minuti di gioco: la sfida si concluse con una vittoria per 4-2.Il 7 gennaio 2001 una sua rete permise al Valencia di imporsi 1-0 sul Racing Santander: approfittò infatti di un intervento non impeccabile del portiere avversario Erwin Lemmens per segnare la marcatura decisiva per la vittoria finale.Il 17 aprile segnò la rete che sancì il passaggio alla semifinale della competizione da parte del suo club: dopo la sconfitta per 2-1 del Valencia a Highbury contro l'Arsenal, infatti, siglò la rete che consentì la vittoria per 1-0 al Mestalla, permettendo alla sua squadra di superare il turno in virtù delle reti segnate in trasferta.L'ultima stagione del norvegese al Valencia fu positiva: partito da calciatore appena sopportato (strascichi della vicenda Fulham), diventò prima un'alternativa in attacco e successivamente fu titolare inamovibile.Il norvegese arrivò dopo la presentazione ufficiale della squadra allo Stadio Olimpico, perciò fece il suo esordio direttamente nella seconda partita di campionato, contro il Brescia.e nel periodo di militanza all'Aston Villa si è reso protagonista di diverse visite ai bambini degli ospedali di Birmingham e dintorni, sostenendo anche economicamente le campagne della sua squadra in loro favore, attraverso Acorns Children's Hospice.

dixon il dating-33dixon il dating-49

Il 14 novembre 2010, ha rivelato davanti ad un giudice di essere stato truffato da un uomo di nome Richard Esprit per una cifra di circa 200.000 sterline, che sarebbero servite ad acquistare una Porsche Cayenne Gemballa, mai ricevuta dal norvegese.Tra queste due sfide si disputarono la seconda e la terza giornata del girone di Champions League, con il Rosenborg che ospitò prima il Feyenoord: Carew pareggiò i due vantaggi della squadra olandese ad opera di Jon Dahl Tomasson e Bonaventure Kalou, permettendo al suo club di ottenere un punto da questa sfida.Nel turno seguente, fu il Borussia Dortmund a giocare al Lerkendal Stadion di Trondheim: Carew segnò nuovamente, fissando il punteggio sul definitivo 2-2 e mise ripetutamente in difficoltà il centrale tedesco Jürgen Kohler.ha vinto per tre volte il Kniksenprisen, il titolo di calciatore norvegese dell'anno.Il 2 gennaio 2013, l'International Federation of Football History & Statistics (IFFHS) lo ha collocato al 106º posto nella classifica degli attaccanti più prolifici del XXI secolo, esaminando le marcature in campo internazionale.